46 Jobs | 974661 Resumes

Nella multinazionale, il commerciale gioca di sponda: Risponde Luca Oliva, country manager di GN Netcom

Andrea Luca Oliva è il country manager contact center, office e mobile per l’Italia di GN. Milanese, classe 1973, Oliva è entrato in azienda nel 2000 come sales manager del segmento contact center e office; precedentemente è stato key account manager in Siei Peterlongo e account manager di Dell Computer. A quanto pare nessuna azienda può permettersi di ignorare la connotazione “sociale” dei propri prodotti. Tanto meno un’azienda che produce dispositivi per call center, le fabbriche del nuovo millennio. Quali sono i vostri programmi sull'eco-compatibilità? E’ un argomento che ci sta particolarmente a cuore. Il nuovo approccio di responsabilità sociale d'impresa da noi intrapreso è chiamato 'Eco-Design' e contempla diverse aree: dalla salute degli utenti alla realizzazione di soluzioni eco-compatibili, prevenendo la riduzione e/o l’eliminazione dell’utilizzo di tutte le sostanze nocive nella composizione dei prodotti e puntando al riciclaggio degli stessi a beneficio di un minor consumo di energia. Non addentrandomi nei dettagli, dico che l'azienda è particolarmente attenta al benessere degli utenti e dei…

Read More

La crisi brucia 13 miliardi di dollari dei CEO: I manager di finanza, energia e industria i più penalizzati

Potrà sembrare una magra consolazione per chi perde il posto di lavoro in fabbrica, ma anche i CEO delle maggiori aziende americane hanno visto le loro fortune deteriorarsi a causa della situazione economica: meno bonus di fine anno, crollo dei valori delle proprietà, delle azioni e delle stock options. Lo analizza uno studio di Watson Wyatt su 80 capi azienda, quantificando per la precisione in 13,4 miliardi di dollari la perdita 2008. Nel frattempo, le loro aziende bruciavano però più di 2.000 miliardi di dollari, facendo perdere il 40% agli azionisti. Chi ha perso di più sono stati i CEO della finanza: più di 3 miliardi, a cui si aggiunge un ulteriore -21% del primo trimestre del 2009. Ma anche nell'energia e nell'industria il calo è stato ben superiore al 50%. Un po' meno hanno sofferto il farmaceutico e l'hi-tech. Oltre a ciò, la crisi - sottolinea Ira Kay di Watson Wyatt - ha indotto seri ripensamenti sui pacchetti retributivi. Con gli occhi degli azionisti,…

Read More

Health at work: Do depressions lead to suicide?

Kiyoshi Kurosawa’s 2008 film, Tôkyô Sonata looks at a man’s efforts to hide the fact he has been sacked from his family. Another character, in a similar situation, commits suicide. With 24 suicides per 100,000 people, Japan has one of the highest suicide rates of all industrialised nations (the world average is around 15). Police have just released figures showing a 6% increase in suicides in year-on-year. Yasuyuki Shimizu, head of Lifelink, a suicide prevention charity, suggests this increase is due to the economic crisis and the end of the financial year. Unemployment is on the rise and the Japanese economy contracted by four percent in the first quarter of 2009. This is not just a Japanese phenomenon. In the US, media were already reporting an increased incidence of suicide due to the financial crisis, in October, with the Samaritans in New York pointing to a 16% rise in calls in a year. Rev. Canon Ann Malonee, vicar of Trinity, the iconic church at Wall…

Read More

Outsourcing chiavi in mano: Intervista a Vincenzo Naschi

Le nuove leve non sanno reggere la pressione e pur dichiarandosi ambiziose non sono disposte a fare la gavetta. E’ quanto sostiene Vincenzo Naschi, quarant’anni una formazione da ingegnere nucleare, amministratore delegato di MSX International Holdings Italia, multinazionale che opera nel settore dei servizi alle imprese motoristiche. La carriera di Naschi nel mondo auto è partita dopo l’mba alla SDA Bocconi in Renault dal ’92 al ’95 come brand manager e zone manager, poi l’ingresso in Ford nel ’95 come project manager e poi il salto ai servizi per l’auto con la direzione generale di Geometric Results del marchio Ford e infine il passaggio, nel ’97, in MSX. Molti dopo l’mba vogliono ruoli tipo pianificazione strategica, lei è entrato nelle vendite, in un ruolo molto operativo, come mai questa scelta? Innanzitutto io non avevo molta esperienza prima dell’mba, (circa 1,5 anni di lavoro in una società di ingegneria) per cui mi sembrava la scelta più logica quella di capire come funziona la parte più delicata…

Read More

Profile: Edyta Katarzyna Noworyta

Project manager for one of Spain’s leading renewable energy consultancies, Polish Girl Edyta, has lived in Spain for 20 years. Hi Edyta, what do you do? I am a technical adviser for solar and wind energy at Barlovento. We check the projects, contracts, the execution and performance of solar and wind farms, from a technical point of view. How did you get into the area of renewables? I found an interesting job offer and it was a great opportunity to get started in the area of renewables. What projects have you been involved with and which are you most proud of? Currently, I am involved only in solar energy projects. I verify the reliability of two parks (4MW). I would say, to date, my most important success was to detect and solve design problem on the Solar Park. Can you tell me about Barlovento? Barlovento started in 1998 and now has 45 employees, most of them engineers. We supply all the technical and consultancy services…

Read More

La war for talent adesso è verde: Servono ricerche innovative per i nuovi profili eco compatibili

Anche nel contesto economico globale c'è un settore che deve fare i conti con la carenza di cervelli. E' quello delle energie rinnovabili, dove anche i venture capitalist più disincantati ammettono, come Peter Rothstein di Flagship Ventures intervistato dall'Economist, che "La mancanza di talento, soprattutto imprenditoriale, è uno dei principali colli di bottiglia nello sviluppo dell'energia pulita". Così, mentre gli investimenti nel settore crescono a tassi a tre cifre, tutta l'attenzione delle risorse umane si concentra, a colpi di survey, sulle tendenze nel recruiting. Con l'obiettivo, non dichiarabile ma evidente, di qualificarsi come esperti e proporsi in una delle poche oasi al riparo dagli "hiring freeze". Scopriamo grazie a questi sforzi di indagine (capirete con che stupore), che il 90% degli executive delle aziende "verdi" cita il recruiting manageriale tra i problemi di cui occuparsi seriamente. La verità è che l'executive search, un settore spesso primordiale, in cui la creatività della ricerca raggiunge il suo picco nella sottrazione del dirigente dal miglior concorrente, mal si…

Read More

Green revolution: Il marketing verde è sorprendentemente a prova di recessione

I prodotti sostenibili sbancano il mercato. Datamonitor evidenzia 458 lanci, fino ad oggi, nel 2009 di prodotti confezionati sostenibili, amici dell'ambiente ed ecologici. Di questo passo, si triplicheranno i numeri del 2007. Il CEO di Seventh Generation, Jeffrey Hollender, dice che le vendite sono salite del 50% l'anno passato e del 20% in marzo (rispetto al marzo dell'anno prima) nonostante l'ingresso di Clorox, Church & Dwight e SC Johnson. I consumatori continuano a comprare prodotti sostenibili nonostante il prezzo più alto. Parliamo ad esempio di aumenti di più del 10% di alimentari specializzati nel "bio". Molto meglio di giganti come Walmart. Secondo Aric Melzel, senior brand manager di Scott alla Kimberly-Clark, questa volta la mentalità verde è più solida e sopravviverà alla recessione, al contrario di quanto accaduto nei cicli passati. Stavolta le vendite di questi prodotti stanno salendo all'interno di segmenti non proprio all'avanguardia, come i cosiddetti "fieri tradizionalisti" maschi bianchi. Si preparano alcuni grandi lanci che potrebbero portare i prodotti verdi nel "mainstream"…

Read More

It would be Twittish not to use it

In February 2009, Twitter.com, was, according to Nielsen, the fastest growing Member Community website in the world (1382% growth), and the fact that it has not generated any income since its creation in 2006 has not stopped it being one of the most talked about websites out on the web. Celebrity users include Oprah Winfrey, Ashton Kutcher, Britney Spears, Coldplay and Stephen Fry, but its uses are proving much more varied. During the October 2007 California wildfires, the LA Fire Department used the technology to keep the public informed, and still does . NASA allows ‘followers’ to receive updates on the Space Shuttle missions, and other uses have included ballot access monitoring during the 2008 US presidential election, organising mass anti-government unrest in Moldova last month, or a student journalist alerting friends he had been arrested during anti-government protests in Egypt in April 2008, eventually securing his release. One of the keys to Twitter’s success is that it allows an instant access to information. Most…

Read More

Leader dentro: Coaching e consapevolezza nel viaggio del leader

Nelle organizzazioni i veri leader si distinguono dai manager perché oltre alle competenze tecniche e gestionali padroneggiano anche l’arte sottile dell’infl uenza sulle persone. Questa risorsa, di incomparabile valore, origina dall’interno, dall’anima del leader; da dentro, appunto. I bravi leader, infatti, pongono grande cura alla loro auto-consapevolezza, e sono in primo luogo leader di sé. Per questo sanno esercitare infl uenza sugli altri. Questo libro parla del lavoro del leader, della sua faticosa e mai raggiunta ricerca della perfezione. I tre autori sono consulenti, formatori e coach, proprio di leader organizzativi che si sentono “in viaggio” e vogliono migliorarsi. Dal racconto che fanno, popolato di storie, esempi, rifl essioni e ricordi di coaching, nasce una sorta di mappa, preziosa, per orientare il passo del lettore nel fi tto reticolo di ingredienti della leadership quotidiana: dal confl itto alla creatività, dalle emozioni alla vendita, dalla bellezza all’ascolto. Marco Ghetti, Isabella Appolloni, Fabia Bergamo Leader dentro Coaching e consapevolezza nel viaggio del leader LUISS University Press pp.317…

Read More

Verso un percorso di carriera europeo: Come superare gli stereotipi nazionali

Lo scorso marzo il quotidiano francese Les Échos ha pubblicato un breve confronto tra i percorsi di carriera di CFO francesi, tedeschi e inglesi. L'articolo sottolinea la predominanza, in Germania, di "Finanzvorstände" che sono cresciuti internamente, mentre i colleghi francesi sarebbero ancora molto legati al sistema delle Grandes Écoles, vivai dell'élite del paese, e a trascorsi nella pubblica amministrazione. In Gran Bretagna, la formazione di chartered accountant e la crescita con alcuni cambi d'azienda fortunati è invece la norma. Sembrerebbe fin troppo in linea con gli stereotipi un mondo in cui i tedeschi sono fedeli e premiati per il duro lavoro, i francesi elitari e gli anglosassoni più meritocratici. Non dovremmo invece, in un mondo globalizzato, assistere ad una convergenza delle prassi di selezione? Da quando nel 1957 l'INSEAD fu la prima università a proporre l'MBA, molti executive aggiungono al proprio nome questo acronimo. Magari evidenziando il nome della business school, visto il proliferare di corsi master che offrono poco più che un pezzo di…

Read More

©2018 ExecutiveSurf | +44 2077291837 | Registered in England no. 1111 7389 - VAT registration no. GB 291 0514 23