46 Jobs | 974661 Resumes

Meritocrazia: il sistema dei bonus

Articolo pubblicato su The work style magazine (TWSM)

Nonostante il significato originale, bonus è diventato sinonimo di tutto quanto di marcio c’è nel sistema bancario, nonché la parola chiave di un cambiamento atteso, e mai avvenuto, da parte delle banche salvate con i soldi pubblici.

E’ naturale essere ben pagati per risultati eccezionali, ma quando Goldman Sachs viene salvata con 13 miliardi di dollari dei contribuenti, un certo grado di austerità sarebbe d’obbligo. E invece, con una competizione meno accesa e tassi quasi azzerati, la banca d’affari potrebbe spudoratamente devolvere ben 17 miliardi in bonus.

Il fenomeno non si limita alle banche. Rod Bailey, CEO di ExecutiveSurf, osserva: “C’è meno concorrenza in genere. Vale la legge della domanda e dell’offerta. Molti posti di lavoro persi, stipendi più alti per chi si è salvato. Nonostante il malumore diffuso.”

Un analista di Deutsche Bank ci ha confidato di credere che la recessione sia finita. Le aziende hanno tagliato, in fretta e profondamente. Alleggerendosi, e beneficiando di un sistema globale di stimoli finanziari, il peggio è stato scongiurato.

La situazione è ancora cupa, ma si sta schiarendo. Nonostante la coda di disoccupazione che si trascinerà per molto: Germania, Italia e UK attorno all’8%, Francia e USA sopra il 10% ed i n crescita.

Gli aspetti più oscuri del sistema bancario, tra cui il sistema dei bonus, auspicabilmente spazzati via dalla crisi, sembrano invece essere in buona salute. Il professor Willem Buiter, della London School of Economics, parla di “comunismo dei ricchi”. Nei momenti buoni, le ricchezze si dividono tra pochi; quando le cose vanno male, le perdite si dividono tra tutti. Se questo è un sistema meritocratico basato sull’eguaglianza, alcuni sono più uguali degli altri.

ExecutiveSurf ha analizzato un campione di professionisti delle HR per capire se i bonus siano oggi collegati maggiormente alle performance rispetto a 12 mesi fa. Per Alessandro Tosi, strategy director di ExecutiveSurf, in finanza si è assistito ad un aumento della retribuzione base o di altre componenti cash come i bonus all’assunzione. Con l’effetto di aumentare ulteriormente l’opacità del sistema.

Secondo Hans Lodewijks, professionista HR olandese, i bonus sono oggi più realistici, in particolare nelle vendite. Mentre le stock option sarebbero momentaneamente in disuso, a causa dello stato dei mercati azionari, e meno frequenti anche le auto aziendali, nonché le spese in formazione e ricreative.

Per Bailey è cambiata leggermente la priorità delle diverse componenti del pacchetto da parte degli executive. Con le stock option in fondo alla classifica. Per Bailey, che ha osservato tre recessioni da imprenditore del recruiting, questo è però temporaneo. “Non penso che si impari mai nulla. Appena il mercato riparte, torneranno le vecchie abitudini.”

Leave a comment:

©2021 ExecutiveSurf | +44 2077291837 | Registered in England no. 1111 7389 - VAT. GB 291 0514 23