46 Jobs | 974661 Resumes

When the going gets tough…

Quali sono state, in un anno difficile come il 2002, le figure professionali anticicliche? ExecutiveSurf traccia un bilancio dell’anno trascorso.Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. A vendere, dovremmo dire noi, visto che le posizioni più richieste dell’anno appena concluso sono, in un modo o nell’altro, legate al rapporto azienda-mercato.

Il primo esempio è, manco a dirlo, il private banker. Sull’onda del primo scudo fiscale (e dell’imminente applicazione di un secondo) le banche hanno dovuto rimediare in tutta fretta al gap di struttura che riguardava le fasce ad alto reddito. Accendendo una battaglia che poco ha a che vedere con la guerra delle reti di promotori, ma che ha avuto l’obiettivo di acquisire, e lo farà ancora nel 2003, consulenti senior capaci di mettersi in relazione con gli high net worth individuals e progettare ad hoc strategie di investimento. Una strada tutta in salita, visto che gli anni facili della finanza sono passati e non torneranno per un bel po’.

Abbiamo identificato i pacchetti economici medi per questa figura professionale, che vanno letti tenendo presente il fattore negoziale che, soprattutto in queste posizioni, è determinante. Un profilo junior che si avvicina a questa professione può avere un fisso lordo attorno ai 25.000 € con un variabile del 20-25%. Crescendo in autonomia la retribuzione passa ai 50.000 € con un bonus attorno al 40%. La maggiore responsabilità affidata ad un senior private banker viene ricambiata con un fisso di 80-90.000 € e un bonus più legato ad obiettivi commerciali che sale al 75%. La retribuzione del responsabile dell’area varia molto a seconda dell’istituto finanziario, si può comunque identificare una media della parte fissa attorno ai 200.000 € e un variabile che supera anche il 100%.

In ambito industriale le funzioni più richieste sono state nell’ambito del commerciale e della finanza. Le aziende hanno più che mai sentito la necessità di una figura forte di direttore commerciale capace di far crescere i ricavi e di sviluppare nuovi mercati e di direttori amministrazione finanza e controllo capaci di operazioni straordinarie sul fronte del debito, della tesoreria e dell’assetto societario.

La retribuzione annua lorda di un direttore commerciale, tendenzialmente stabile rispetto all’anno precedente, può essere in media di 140-180.000 € per aziende di grandi dimensioni, per arrivare a 100-130.000 € per la PMI. Il bonus, molto variabile da organizzazione ad organizzazione e strettamente legato al fatturato generato, può essere in media del 30-45%.

Per quanto riguarda invece la figura del CFO, il fisso si aggira attorno ai 130-140.000 € per la grande azienda e attorno ai 80-110.000 per la media azienda. Il bonus, più contenuto, è di circa 15-20%.

Altra crescita significativa, anche se i numeri sono ancora limitati rispetto al Nord Europa, ha riguardato la figura del temporary manager. Molte aziende, in particolare quelle imprenditoriali operanti nei settori industriali, continuano a richiedere professionisti con competenze di turnaround con i quali instaurare un rapporto di collaborazione limitato nel tempo e legato ai risultati. Questo trend si sposa con l’offerta di skill rappresentata dai dirigenti colpiti da processi di downsizing, sempre più disponibili a offrire la propria professionalità con un orizzonte temporale limitato. E’ difficile in questo caso poter dare delle indicazioni medie di retribuzioni, in quanto dipendenti molto dal tipo di funzione che si va a ricoprire in azienda e dal settore merceologico specifico.

Abbiamo infine assistito a tre trend importanti. In primo luogo lo spostamento, già iniziato nel 2001, del focus IT dall’ambito media-web ai sistemi. Poi il blocco della finanza (soprattutto private equity ed m&a), alle prese con staff sovradimensionati rispetto alle mutate esigenze di mercato. E infine la crescita di professionalità più recenti (nel real estate, nella fashion co-ordination, nel customer relationship management) dalle competenze molto specifiche, segno che il mondo del lavoro manageriale è in continua evoluzione e richiede un livello sempre maggiore di specializzazione.

Leave a comment:

©2020 ExecutiveSurf | +44 2077291837 | Registered in England no. 1111 7389 - VAT. GB 291 0514 23