46 Jobs | 980000 Resumes

Paolo Degl’Innocenti: fil rouge in Big Blue

E’ la dinamicità del mercato in cui opera, l’aspetto che più lega Paolo Degl’Innocenti al suo lavoro. Degl’Innocenti, trentotto anni, è dallo scorso marzo direttore della divisione PCD – personal computer division - di IBM South Region (Italia, Grecia, Turchia, Israele, Spagna e Portogallo). Il primo incarico da executive arriva nel ’97 quando assume la responsabilità della filiale Win-Bback Italia, nel ’99 entra nella divisione PCD come direttore vendite canale e nel 2001 diventa direttore vendite Italia. Il suo ingresso in Big Blue è dell’89, fresco di una laurea in Scienze Economiche e Bancarie a Siena. <b>Una carriera tutta in IBM.</b> Arrivato all’IBM di Firenze la cosa che mi ha affascinato di più è stato il training velocissimo. Ho avuto un esordio di carattere tecnico-sistemistico, installavo quelli che allora venivano chiamati 3090, i sistemi operativi sui grandi sistemi e così ho costruito basi tecnologiche molto importanti. In tredici anni di IBM ho avuto la fortuna di una rotazione di lavoro abbastanza veloce, così i primi…

Read More

Silvestre Bertolini: nel cuore del mercato

Silvestre Bertolini, attuale european managing director e amministratore delegato di GfK, palermitano votato all’internazionalità, ha iniziato nel 1980 in Alivar ad occuparsi di marketing e strategie di prodotto, seguendo i marchi Bertolli e De Rica. Nel 1983 entra in M.I.D., società distributrice tra gli altri del vino Regareali, e lì affianca all’esperienza di marketing operativo anche quella sul mercato. Poi sei anni nel marketing della Fratelli Branca Distillerie, negli anni, dal 1985 al 1991, in cui l’azienda inizia a godere degli effetti del passaggio da una gestione interamente famigliare ad una manageriale. Il grande salto avviene nel ’91, con il passaggio in GfK, multinazionale delle ricerche di mercato, realtà che all’epoca contava 18 dipendenti per un fatturato di 1,5 miliardi di lire. Dopo 10 anni in Italia il gruppo fa più di 26 milioni di euro di fatturato con oltre 220 dipendenti. GfK, più di dieci anni fa, è stata la sua prima esperienza multinazionale? In realtà prima di GfK ho avuto una brevissima esperienza…

Read More

Paolo Cocco: dalle vendite alla direzione

Due sono le costanti nella vita professionale di Paolo Cocco, 44 anni, oggi country manager per l’Italia di Enterasys Networks: le multinazionali americane, di cui sposa al 100% la mentalità pratica e l’orientamento ai numeri e ai risultati, e un innato spirito commerciale. E’ in Bull dal 1989 al 1993 come area manager per la divisione industria e in seguito in Elsag Bailey come sales manager per il Nord Italia. Nel 1996 entra in AT&T per poi passare subito in Lucent Technologies, dove l’ultima posizione che ha occupato è stata di business partner sales director del mercato italiano. <b>Il suo arrivo in AT&T nel 1996 come direttore vendite per l’Italia della Private Network System Division coincide con lo spin off del ramo d’azienda in Lucent? </b> In effetti sì, è accaduto pochi mesi dopo il mio arrivo. Fin da subito è stato chiaro che la divisione della Private Network era destinata a rimanere nella parte prodotti e sistemi, e quindi sotto l’egida di Lucent. <b>Successivamente…

Read More

Ottobre 2006

31/10/2006 - Lucia Morselli lascia le cariche di consigliere, amministratore delegato e direttore generale di Roncadin (vedi al 23 ottobre); le deleghe per l'operatività corrente passano al presidente Dante Di Dario. 30/10/2006 - Federico Laschet è il nuovo direttore servizi corporate di Socotherm. Laureato in ingegneria meccanica all’università del Michigan, Laschet è stato responsabile marketing in Nordson, poi è passato a Torino, dove era sales manager and responsabile marketing di Fidia. Infine, dopo altre esperienze e prima di entrare nel gruppo, è stato managing director di Coopbox. 30/10/2006 - Il CdA di Vitrociset ha nominato Lorenzo D'Onghia nuovo direttore generale, prende il posto di Antonio Iozzino, nominato amministratore unico di Vitrociset Sistemi. D’Onghia, nato a Taranto nel 1951 e laureato in ingegneria elettronica, è entrato nell’azienda nel 1988 come responsabile del marketing della divisione informatica. Nel 1995 passa vice direttore della divisione informatica fino al 1998 quando ne assume la direzione e, contemporaneamente, diventa vice direttore commerciale. Dal 2002 al 2003 è executive VP responsabile…

Read More

Do You Have This Key Element in Your CV?

Most books on resume writing are terribly out-of-date. Although well intentioned and filled with other good information, most have not been updated for the job search realities of today. Surprisingly, few career books will even mention what our guest writer Joseph Turner is about to tell you today. While most recruitment will be handled by specialist headhunting firms, your CV will be seen by many eyes, including electronic. The computer will "score" it by the number of keywords (also known as "buzzwords") the client will find most relevant. If you don’t account for this, your CV will stay locked in some database, probably never to be seen by anyone while you sit waiting by the phone for the call that never comes. Put a "Keyword Competencies" section in your CV . The solution for the electronic gatekeeper is to include a special section called "Keyword Competencies". This is, quite frankly, just a catch-all bin that you want to use to ensure that every relevant keyword…

Read More

Eight Steps On How to Get Hired: Nowadays getting hired is very difficult. It is more than just passing a resume, applying and forever hoping to get hired. Well it is time to stop hoping and start really getting hired writes Mark Louie Tobias.

Here are the steps on how to get pass job searching and start working. Self Analysis To start job searching you must first analyse yourself on what you want to be. You can be a Bum, an Entrepreneur, a Young Professional, or a Student Seeking Higher Studies. If you choose to be a Bum, Entrepreneur or a Student then you should stop reading this article and continue to pursue the career path that you chose. However, if you choose to become a Young Professional continue reading because all the information you need to get hired is in this article. Preparation Why do we need to prepare before job searching? Because Companies/Employers are very selective and among the numerous number of applicants they have they will choose the most deserving and who will make their company more productive. They are not looking to teach you, they are looking to get instant results from you. The other reason is competition, if you had an experience in working…

Read More

Why do we need to invest?: It is vitally important in this current day and age for all of us to begin taking control of our financial situation and start planning for our future, and the futures of our children. Finance expert Debra Lohrere explores this most important of issues.

We can no longer rely on the government to hand out an aged pension once we retire. We cannot take for granted that at the end of our working life we will be taken care of financially. The world population is ageing, due to the baby boomer generation, and within 30 years there will be so many retired people, compared to the number of working age people, that it will be economically impossible for the government to afford to provide any reasonable source of monetary assistance for the elderly. The US government has realised this, and that is why they introduced the compulsory employer paid pension scheme and are even now beginning to give financial incentives to Self-Funded retirees. Most of us have never sat down and even considered the ramifications of why the compulsory pension was introduced and for many of us it is a matter of too little too late. Even for the young women in our society who have a full working…

Read More

Ugo Debernardi: le solide fondamenta del real estate

La sua carriera, focalizzata sul real estate, è costruita sulle solide basi di un MBA. Parliamo di Ugo Debernardi, 39 anni, da quattro mesi vice direttore generale di Generali Properties. Inizia la sua scalata targata RE nel ’93 come project manager di R.A.S. per passare dal ’95 al ’98 in Richard Ellis dove ha potuto allargare i propri orizzonti internazionali e prepararsi a cogliere l’opportunità offerta da Pirelli, dove è entrato nel 1998 come direttore servizi di consulenza, per poi passare alla direzione asset management per il retail & entretainment. Quali sono le competenze richieste ad un executive dell’asset management? Essenzialmente due, una di tipo tradizionale e l’altra di carattere finanziario. La prima comporta la conoscenza approfondita del mercato immobiliare dal punto di vista delle dinamiche, delle tecniche di indagini di mercato e delle modalità di formazione dei prezzi che permettono di conoscere il valore che ciascun immobile può esprimere. La competenza finanziaria riguarda la conoscenza dei sistemi di ottimizzazione finanziaria, di utilizzo del debito,…

Read More

Paolo Rizzo: le azioni del gestore

Sarà la gestione azionaria l’area della finanza a più alto tasso di sviluppo nei prossimi anni, lo sostiene Paolo Rizzo chief equity officer di Investar sgr. Rizzo, 39 anni, inizia la sua carriera nell’87 in Sige come analista, ne esce nel ‘91 e passa al Gruppo Fondiaria con la responsabilità dei mercati esteri. Dal ‘94 al ‘98 è in Deutsche Bank Fondi come responsabile azionario. Prima dell’attuale incarico è stato, fino al 2001, responsabile dei mercati azionari in Fidagest – Credit Agricole Indosuez. Secondo lei è la gestione che farà la parte del leone nei prossimi anni, come crede che evolverà il mercato? Tutto dipende dal punto della catena del valore nel risparmio gestito in cui ci si colloca. Prevedo una netta scomposizione del business in più parti: in primo piano saranno sempre le performance, ma diventerà fondamentale il grado di servizio. Ci sarà chi venderà i prodotti, chi farà il commerciale e, dall’altra parte, ci saranno le fabbriche del prodotto, cioè chi gestirà veramente…

Read More

Five points for networking success

Networking, whether through business associations or other means, is the most prevalent and cost effective way for small and home businesses to attract new and repeat sales writes Marcus Stafford. Research shows that networking and "word of mouth" advertising together are 7 times more likely to bring in business than all forms of traditional advertising and direct mail combined. How does it work? More importantly, how can you make it work for your business and get noticed by headhunters at the same time? Here are five tips to get you started. 1. Select a few key associations or organizations and participate actively. Go to meetings as often as possible and work on one or two committees. Your goal: to be the first person everyone remembers and suggests when others ask, "Do you know anyone who…." 2. Get to events early and plan to stay late. You can't meet and talk to people while a meeting is in progress. Be sure you circulate, too – really…

Read More

©2015 ExecutiveSurf | +44 2077291837 | Lisvane Systems Ltd - Registered in England no. 5,078,818 - VAT registration no. GB 839 6754 71